Data Manager: Smart Working, la nuova frontiera della Collaboration

Lo Smart Working è una nuova visione del lavoro: orientato al risultato, collaborativo e inclusivo. Intervista a Sergio Ribba, Technology & Strategy Director di PRES.

«Le nuove tecnologie di comunicazione sono l’elemento fondamentale che permette al lavoro di evolversi verso forme radicalmente più dinamiche e produttive» afferma Sergio Ribba, Technology and Strategy Director di PRES, Cisco Gold Partner dal 1999 e Cisco Learning Partner dal 1997.

Il lavoro non è più un luogo, ma un’attività a valore, a cui accedere da qualsiasi dispositivo, in qualunque momento e in qualsiasi luogo.

«Grazie all’innovazione tecnologica, le aziende possono aumentare la produttività e la motivazione dei dipendenti, accrescere la soddisfazione dei clienti e migliorare la collaborazione con clienti, fornitori e partner. Sta emergendo una nuova cultura che riguarda tutti gli aspetti del lavoro: come viene svolto, dove viene svolto, quali leve motivano il lavoratore, cosa garantisce i risultati.

Lo smart working è una nuova visione del lavoro: orientato al risultato, collaborativo e inclusivo. È una delle grandi opportunità offerte alle aziende dalla nuova era delle connessioni - tra persone, dati, oggetti e processi – garantite dalla rete».

I sistemi avanzati di telepresence abbattono le barriere, le inefficienze e i costi. Permettono alle aziende di gestire con massima facilità meeting e colloqui da remoto, consentono alle università di discutere tesi di laurea con tutor e professori oltreoceano. Le soluzioni integrate di collaboration permettono di lavorare, comunicare e collaborare da qualunque luogo, massimizzando produttività ed engagement.

«Le nuove tecnologie rappresentano una straordinaria opportunità per il nostro Paese e perle aziende» prosegue Ribba. «È il paradigma stesso del lavoro a mutare radicalmente:

  • La tecnologia diventa pervasiva, con sempre più servizi basati sul cloud computing, con la diffusione della banda larga, con gli strumenti di condivisione delle informazioni e le piattaforme di comunicazione;
  • Nuove generazioni entrano nel mondo del lavoro già dotate di strumenti e di cultura digitale, attratte da aziende in grado di fornire flessibilità, coinvolgimento e valorizzazione del loro talento;
  • Le modalità lavorative diventano sempre più distribuite, lo spazio virtuale sostituisce quello fisico, la collaborazione tra le persone e il lavoro orientato al risultato diventano fattori chiave per il successo di un’organizzazione».

PRES integra le più avanzate soluzioni tecnologiche dei principali player del mondo della collaboration – come ad esempio Cisco, Samsung, Plantronics, per citarne alcuni – e offre servizi che aiutano i clienti a raggiungere l’agilità e la flessibilità che il mercato sempre più richiede, a ridurre i tempi e i costi degli spostamenti e a conseguire significativi benefici in termini di produttività, motivazione ed efficienza.

«Affianchiamo le aziende nella transizione a modelli operativi e lavorativi più efficaci, attraverso l’erogazione di servizi e la realizzazione di soluzioni integrate on premise, cloud e ibride, che migliorano le performance e la capacità delle aziende di raggiungere i loro obiettivi di business» afferma Ribba. «È una sfida appassionante, perché l’innovazione ICT apre una nuova frontiera nel nostro modo di vivere e lavorare».

Leggi l’intero articolo su Data Manager di luglio.