Il futuro delle reti: Data Manager intervista Sergio Ribba, CCIE e Technology Director di PRES

Data Manager

«L’evoluzione delle reti di comunicazione è dettata dalle esigenze di agilità del mondo applicativo», afferma Sergio Ribba, CCIE e technology director di PRES, Gold Partner Cisco dal 1999. «Switch, router, firewall, load-balancer e appliance che compongono le infrastrutture di comunicazione sono dispositivi che nella maggior parte dei casi vengono ancora oggi implementati secondo meccanismi tradizionali: configurazioni articolate e singolarmente applicate a ciascun dispositivo. Ogni nuova azione, modifica o aggiornamento torna a essere un’operazione singolare, reiterata, i cui effetti si ripercuotono sull’intera catena dei dispositivi. Tutto ciò si traduce in rigidità e lentezza nelle implementazioni, laboriosità nelle modifiche alle impostazioni, quando non addirittura in sottoutilizzazione delle capacità o mancata ottimizzazione del funzionamento delle infrastrutture ».

Perché la programmabilità della rete è un fattore fondamentale?
«Rendere la rete programmabile è la chiave dell’evoluzione da infrastrutture di comunicazione tradizionali a infrastrutture dinamiche, adatte a supportare le applicazioni rese disponibili secondo le metodologie della produzione del software Agile ».

Qual è la differenza tra rete configurabile e programmabile?
«Una rete programmabile si distingue da una semplicemente configurabile, poiché presenta l’opportunità di impiegare dispositivi e tecnologie, strumenti e software che ne permettono l’implementazione, la gestione e le operazioni di diagnosi attraverso l’ausilio di meccanismi in grado di trattare un nodo, un gruppo di nodi o anche indirizzare l’intera rete come un elemento omogeneo e consistente. Lo scopo è l’utilizzo della rete per migliorare e rendere più sicura l’erogazione delle applicazioni».

Quali benefici offre una rete programmabile?
«I principali benefici che derivano dall’evoluzione della rete in oggetto programmabile sono: semplificazione, innovazione, risparmio di tempi e costi, nonché riduzione degli errori dovuti a intervento umano».

Come cambia il ruolo di chi gestisce e amministra le reti?
«La programmabilità delle reti trasforma il ruolo di chi le gestisce e amministra da una focalizzazione operazionale a una funzionale all’innovazione. Il tempo oggi destinato ad assolvere compiti di governo della rete, implementazione di modifiche che richiedono interventi spesso manuali per ogni dispositivo, viene reindirizzato verso un utilizzo nuovo dell’infrastruttura quale fonte di innovazione, a supporto delle applicazioni e delle attività dell’impresa».

Quali servizi offre PRES?
«Da oltre 25 anni siamo un punto di riferimento nell’integrazione di soluzioni di networking, data center, security e collaboration. Supportiamo e accompagniamo le aziende nella trasformazione digitale e formiamo i professionisti
dell’ICT con corsi ufficiali e certificati dei più importanti vendor. In ambito networking, progettiamo e realizziamo
soluzioni on premise; eroghiamo servizi gestiti di monitoring, alerting, device, application e security management; offriamo servizi di cloud networking. La nostra mission è connettere le aziende al futuro».

Fai clic qui per scaricare l’articolo.