Managed Services: Digital4Executive intervista Giovanni De Giovanni, AD di PRES

PRES, Managed Services avanzati per un’IT sempre allineata al business

Sono sempre più numerose le aziende che affidano al System Integrator le attività di monitoraggio da remoto delle performance delle applicazioni e la gestione della sicurezza. «Grazie all’analisi dei dati e alla conoscenza approfondita dei sistemi, siamo in grado di anticipare i trend, fornire una visione di lungo periodo e una previsione dell’impatto sulle risorse», spiega in questa intervista Giovanni De Giovanni, AD e fondatore della società.

I sistemi IT e le infrastrutture di rete sono diventati ormai la spina dorsale del business. L’aspettativa comune è che piattaforme e connessioni siano sempre disponibili, come avviene ormai da un paio di secoli con la corrente elettrica. In caso di disservizi, infatti, la maggior parte delle organizzazioni non è più in grado di fornire i propri servizi ai clienti, non riesce a vendere i propri prodotti, non può fornire l’informazione richiesta, perché le applicazioni non sono accessibili. E quando questo accade, spesso la notizia sale alla ribalta della cronaca.
Ecco perché le direzioni IT sono sempre più sotto pressione e hanno assunto un ruolo ormai strategico in azienda.

Giovanni De Giovanni, AD e fondatore di PRES «Un cambiamento che abbiamo vissuto in questi anni lavorando al fianco dei nostri clienti», conferma Giovanni De Giovanni, AD e fondatore di PRES, System Integrator che da oltre 25 anni progetta sistemi e infrastrutture ICT e si occupa della loro gestione ed evoluzione, un’azienda con oltre 100 dipendenti, più della metà tecnici, che continua a crescere a due cifre anno su anno. «Sempre di più siamo coinvolti nei progetti sin dalle fasi iniziali. Le competenze tecniche per l’integrazione delle tecnologie e le configurazioni di rete restano importantissime, ma la richiesta ora è di una consulenza per individuare le migliori soluzioni digitali che permettano ai clienti di raggiungere i propri obiettivi di business». Alcuni esempi? Le soluzioni di collaboration e telepresence, ovvero di videocomunicazione avanzata e ad alta definizione, o ancora progetti Internet of Things, dove vengono gestite reti di sensori di monitoraggio.

Non solo: se in passato era importante la tempestività dell’intervento, per far sì che i sistemi fossero rapidamente “up&running” quando emergevano problemi, ora è fondamentale prevenire. Serve monitorare con costanza la situazione, analizzare i trend di consumo delle risorse, comprendere in anticipo gli interventi da effettuare affinché le tecnologie digitali possano seguire l’evoluzione del business senza creare intoppi.

Per questo, PRES ha sviluppato un’articolata e modulare offerta di Managed Services, attraverso un NOC (Network Operating Center) ubicato a Rivoli (TO) da cui vengono forniti da remoto servizi di Monitoring avanzati, pensati per supportare i dipartimenti IT nell’attività quotidiana e liberare loro tempo da dedicare alle attività più strategiche, con il vantaggio di razionalizzare i costi, ridurre la complessità, garantire sicurezza e ottimizzare la user experience.

Cresce la complessità dei data center

«I sistemi IT sono diventati sempre più semplici da un punto di vista dell’utilizzatore finale, ma molto più complessi da gestire – prosegue De Giovanni -. Le aziende, e tanto più i colossi che sono sul mercato da molti anni, si ritrovano in casa tecnologie legacy e data center progettati per essere utilizzati all’interno dell’organizzazione. Oggi questi sistemi vanno aperti al mondo esterno, per permettere che le informazioni siano disponibili in tempo reale ai clienti, attraverso il Web e le App: è un fattore competitivo importantissimo, ma comporta una grande sfida, che presenta rischi che vanno valutati attentamente. E tutto ciò sta avvenendo in tempi brevissimi: adeguare i Sistemi Informativi è un’operazione tipicamente pluriennale, mentre l’innovazione degli smartphone è velocissima».

In questi anni, PRES ha aiutato molte importanti aziende ad affrontare questo percorso di trasformazione, supportandole sin dalla fase di definizione degli obiettivi strategici e di project management, fino alla fase di installazione e configurazione. Un punto d’eccellenza di PRES è l’intensa attività di formazione e certificazione, che vede i progettisti impegnati anche come docenti dei Learning center di PRES, a garanzia di un costante aggiornamento sulle nuove tecnologie.

Monitoraggio costante di performance e sicurezza

«Sempre più clienti ci chiedono di supportarli nella gestione dell’operatività quotidiana, quelle attività day to day che sono fondamentali per mantenere il totale controllo della rete e monitorare le performance. Questa attività di remote monitoring negli anni è molto cresciuta. Oggi, grazie all’analisi dei dati e alla conoscenza approfondita dei sistemi, siamo in grado di anticipare i trend e le evoluzioni future, fornendo una visione di lungo periodo e una previsione dell’impatto sulle risorse: riusciamo cioè a essere proattivi. Al cliente forniamo una dettagliata reportistica mensile e trimestrale, che permette di prendere decisioni tempestive e focalizzare gli investimenti laddove si rende necessario. È importante valutare la situazione anche quando va tutto bene, non solo quando ci sono emergenze da affrontare».

La security, in particolare, è fra i servizi più richiesti, perché i rischi sono in aumento e l’apertura dei sistemi informativi verso l’esterno ha cambiato radicalmente il concetto di protezione. «L’epoca dell’antivirus, del firewall e della sicurezza perimetrale è finita: i sistemi di attacco sono sempre più sofisticati. Per prevenirli servono persone in grado di comprendere quello che sta succedendo nella rete e intervenire in modo mirato. PRES supporta e accompagna le aziende nella trasformazione digitale e la security ne è un elemento centrale».

Scopri di più, cliccando qui.